Skip to main content
search
Eventi

GAconf US 2022

By 27 Dicembre 2022No Comments

Dal 24 al 26 ottobre, si è tenuta online la GAconf US, tenuta da IGDA GASIG.
Per chi non lo sapesse, L’IGDA Game Accessibility SIG è un gruppo di interesse speciale dell’International Game Developers Association.
I volontari IGDA-GASIG dal 2003 lavorano per aiutare l’industria videoludica a rendere i giochi accessibili a chiunque, a prescindere dal tipo di disabilità o problematica.

Per quanto, in Italia, questa conferenza sia passata estremamente in sordina, ho trovato GAconf (Game Accessibility Conference) un evento sull’accessibilità davvero interessante, che merita di essere messo in luce.
Obiettivo di questa conferenza è quello di divulgare informazioni utili a sensibilizzare designer e sviluppatori, in modo che nessun giocatore sia inutilmente escluso dall’accesso alla cultura, allo svago e alla socializzazione che il gioco comporta.

 

Follow. Disabled. Players.
Involve them in your community. Solicit their feedback. Listen to their personal experiences. Watch their game streams. Ask questions.
Keep these players in mind while you design.
– Nikki Crenshaw (Blizzard)

 

La forza di GAconf è quella di aprire gli occhi su modalità di progettazione che, una volta scoperte, possono sembrare banali, ma che in realtà offrono infinite possibilità di miglioramento a livello di progetto.

In primis, ho apprezzato moltissimo il fatto che, fin dall’inizio, attraverso il linguaggio dei segni, vari interpreti abbiano supportato le presentazioni degli interventi che si sono susseguiti durante GAconf, coerentemente con lo spirito e l’obiettivo della conferenza.

In un paio di giorni di evento, è possibile assimilare tantissimi spunti su effetti visivi, sonori, feedback fisici e simili.
Estremamente interessanti e coinvolgenti, per me, sono stati la panoramica su prototipi di hardware progettati per far fronte a particolari problematiche, come atrofia muscolare, e la presentazione di casi studio come Dead Cells – Breaking Barriers, The Last of Us, Quake, Lost and Hounds e altri giochi.

 

The barrier exists because the games, technology, content and digital spaces fail to account for the different abilities and needs of its users.
– Enid Brown (Riot Games)

 

Mi ha particolarmente colpito il panel con le testimonianze di gamer con differenti problematiche e disabilità, che hanno raccontato a turno cosa rappresenta per loro una barriera all’interazione con il gioco, quali sono le loro esigenze e come si interfacciano solitamente a videogame di varia natura.
Come ripetiamo sempre, noi designer non siamo gli utenti finali, e raccogliere testimonianze è sempre utile per capire quale strada prendere in progettazione.

Tra i vari sponsor che hanno supportato GAconf US, troviamo Sony Interactive Entertainment, Rockstar Games, XBOX, Riot Games, Electronic Arts, Netflix, e tanti altri nomi importanti.
La registrazione dell’evento è ancora disponibile su YouTube (giorno 1 e giorno 2).

Il prossimo appuntamento con GAconf è previsto ad aprile 2023 a Londra.
Sarà possibile partecipare di persona o seguendo l’evento online.
Se come me siete interessati a questo mondo, vi consiglio di segnare questa data in calendario.

Con questo ultimo post dell’anno, saluto voi e il 2022.
Ci vediamo tra un paio di settimane, imbottita di pandoro e con tanti nuovi spunti.
Buon anno nuovo e, come sempre, grazie per il vostro supporto!

Close Menu